dieta antigonfiore sorrentino
Dieta Antigonfiore Sorrentino, come funziona – FOTO: ricettasprint.it

Con la Dieta antigonfiore Sorrentino riusciremo a stare meglio ed in forma in soli sette giorni. Le indicazioni utili da attuare senza alcuno sforzo.

La Dieta del Dottor Nicola Sorrentino per mantenere il ventre piatto, abbreviata in Dieta Antigonfiore Sorrentino, è l’ideale per tornare tonici ed in forma, perdendo i chili in eccesso. Lui è il celebre specialista in Scienza dell’Alimentazione, autore di diversi libri e pubblicazioni di successo. Questo schema da lui concepito si prefigge addirittura di farci perdere una taglia nel giro di una settimana, oltre a disintossicarci ed a farci stare in equilibrio con il nostro organismo. A volte non è grasso quello che opprime il corpo quanto il gonfiore, che va ad inficiare in maniera diretta sul nostro girovita e non solo. In queste condizioni, mangiare e fare altro diventa decisamente più difficile. Il gonfiore addominale è una vera e propria patologia che colpisce circa un terzo della popolazione dei paesi industrializzati. Sintomo evidente di cattive abitudini sia di alimentazione che di stile di vita condotto.

LEGGI ANCHE –> Dieta di Ottobre, contro i malanni di stagione ed il peso in eccesso

Dieta Antigonfiore Sorrentino, le principali indicazioni

Questa Dieta Antigonfiore Sorrentino però può tornare utile anche a chi ha un peso nella norma. Il gonfiore infatti colpisce tutti indistintamente, quando c’è qualche comportamento che dà adito a dei fattori esterni di interferire con il corretto funzionamento dell’organismo. Il poco movimento, il fumo, gli alcolici ed una alimentazione sballata sono tra i fattori principali da mettere sotto accusa. Cambiare questi atteggiamenti è assolutamente la prima cosa da fare. Questa dieta ci consiglia i cibi ideali da mangiare per una settimana ed ai quali integrare almeno 2 litri di acqua al giorno. Inoltre si consiglia di fare un pò di movimento, come delle passeggiate ininterrotte a passo non lento. E questo per almeno 3-4 volte a settimana in cicli di mezzora. Ad ogni modo, chiedere sempre prima un consulto ad un dietologo o ad uno specialista prima di intraprendere qualunque tipo di dieta.

LEGGI ANCHE –> Dimagrire pancia, fianchi e tornare in forma: ecco come fare

I cibi da prendere in considerazione

Questi i cibi consigliati. Erba medica, fagiolini, bok choy, peperoni, carote, erba cipollina, cetrioli, lattuga, pomodori, zucchine. Banane, arance, mandarini, uva, melone. Latte e yogurt senza lattosio, formaggi stagionati. Carni varie, pesce, tofu, tempeh. Pane e pasta senza glutine, pane al farro di pasta madre, riso soffiato, avena, riso, quinoa. Biscotti senza glutine, torte di riso, petali di mais. Mandorle, semi di zucca. E poi asparagi, carciofi, cipolle (tutte), porri, aglio, legumi, taccole, barbabietole, verza, sedano, granturco. Mele, pere, mango, anguria, pesche, prugne. Latte vaccino, yogurt, formaggi molli, panna, crema pasticcerà, gelati. Legumi. Segale, frumento, cereali, pasta di grano duro. Cracker di segale, biscotti a base di grano. Anacardi, pistacchi.

Il menu tipo della settimana

LUNEDÌ
Colazione: caffè o te; un bicchiere di latte vegetale (soia o riso o mandorle) o uno yogurt magro; 2 fette biscottate o 30 g di cereali.
Spuntino: una spremuta di agrumi a scelta oppure 3 noci o 10 mandorle.
Pranzo: 70 g di prosciutto crudo sgrassato e pomodorini; un panino integrale.
Merenda: uno yogurt magro o un quadretto di cioccolato fondente al 70%.
Cena: ditaloni e zucchine preparati con 80 g di ditaloni conditi con 200 g di zucchine cotte in padella antiaderente con poca acqua, mezzo spicchio d’aglio, basilico e olio extravergine d’oliva, spolverati con un cucchiaino di pecorino grattugiato e guarniti con qualche foglia di menta fresca.
Dopocena: una tisana.

MARTEDÌ
Colazione: caffè o té; un bicchiere di latte vegetale (soia o riso o mandorle) o uno yogurt magro; 2 fette biscottate o 30 g di cereali.
Spuntino: una spremuta di agrumi a scelta oppure 3 noci o 10 mandorle
Pranzo: 80 g di riso bollito condito con un cucchiaino di parmigiano e un cucchiaino di olio extravergine d’oliva.
Merenda: uno yogurt magro oppure un quadretto di cioccolato fondente al 70%.
Cena: 2 uova strapazzate; fagiolini bolliti e ripassati con olio, aglio, prezzemolo, sale e pepe; un panino integrale.
Dopocena: una tisana.

Cosa mangiare a metà settimana

MERCOLEDÌ
Colazione: caffè o té; un bicchiere di latte vegetale (soia o riso o mandorle) o uno yogurt magro; 2 fette biscottate o 30 g di cereali.
Spuntino: una spremuta di agrumi a scelta oppure 3 noci o 10 mandorle.
Pranzo: un piatto di minestrone di verdure senza legumi.
Merenda: uno yogurt magro o un quadretto di cioccolato fondente al 70%.
Cena: un piatto d’insalata di carote crude con aceto balsamico; 150 g di vitello cotto in padella con pomodorini, capperi e un pizzico di peperoncino; un panino integrale.
Dopocena: una tisana.

GIOVEDÌ
Colazione: caffè o té; un bicchiere di latte vegetale (soia o riso o mandorle) o uno yogurt magro; 2 fette biscottate o 30 g di cereali.
Spuntino: una spremuta di agrumi o 3 noci o 10 mandorle.
Pranzo: 80 g di riso bollito con un cucchiaino di parmigiano grattugiato e un cucchiaino di olio extravergine d’oliva.
Merenda: uno yogurt magro oppure un quadretto di cioccolato fondente al 70%.
Cena: un piatto di finocchi e zucchine al vapore con salsa di soia; 250 g di orata al cartoccio con pomodorini pachino; un panino integrale.
Dopocena: una tisana.

>>> Limone e finocchio, l’ideale per dimagrire e sentirsi meglio <<<

E cosa nel weekend

VENERDÌ
Colazione: caffè o té; un bicchiere di latte vegetale (soia o riso o mandorle) o uno yogurt magro; 2 fette biscottate o 30 g di cereali.
Spuntino: una spremuta di agrumi a scelta oppure 3 noci o 10 mandorle.
Pranzo: 150 g di roastbeef con verdure cotte e crude (fagiolini, carote, zucchine), un cucchiaino di aceto balsamico e un cucchiaino di olio extravergine d’oliva.
Merenda: uno yogurt magro o un quadretto di cioccolato fondente al 70%.
Cena: mezzi ziti al ragù vegetariano preparati con 80 g di mezzi ziti conditi con una melanzana e una zucchina a tacchetti cotte in padella con aglio intero, pomodorini, 3 olive verdi e 3 nere, basilico, scalogno, pomodorini da sugo a pezzetti, vino bianco.
Dopocena: una tisana.

SABATO
Colazione: caffè o té; un bicchiere di latte vegetale (soia o riso o mandorle) o uno yogurt magro; 2 fette biscottate o 30 g di cereali.
Spuntino: una spremuta di agrumi a scelta oppure 3 noci oppure 10 mandorle. Pranzo: 80 g di riso bollito con un cucchiaino di parmigiano grattugiato e un cucchiaino di olio extravergine d’oliva.
Merenda: uno yogurt magro oppure un quadretto di cioccolato fondente al 70%.
Cena: 60 g di quinoa bollita condita con zucchine, pomodorini, coste stufate in padella con acqua e brodo di dado vegetale e insaporita con un pizzico di zenzero grattugiato.
Dopocena: una tisana.

Una dieta non complicata

DOMENICA.
Colazione: caffè o té; un bicchiere di latte vegetale (soia o riso o mandorle) o uno yogurt magro; 2 fette biscottate o 30 g di cereali.
Spuntino: una spremuta di agrumi a scelta oppure 3 noci o 10 mandorle.
Pranzo: 70 g di bresaola con lattuga e pomodorini pachino; un panino integrale.
Merenda: uno yogurt magro oppure un quadretto di cioccolato fondente al 70%
Cena: 2 patate piccole bollite; dadolata di tofu alla pizzaiolo preparata con 150 g di tofu cotto in padella antiaderente con olio extravergine d’oliva, vino rosso, aglio, pomodori pelati, origano, sale e poi insaporito con un pizzico di peperoncino in polvere.
Dopocena: una tisana.

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube.