Cape sante alla mugnaia

Le cape sante alla mugnaia (meglio conosciute come conchiglie Saint Jacques) sono un antipasto caldo delicato e raffinato, perfetto per un menù di festa o per un invito formale.

Le cape sante sono molluschi prelibati che si prestano a moltissime preparazioni, tutte assolutamente deliziose, conferiscono al menù un tocco di raffinatezza ed eleganza.

La ricetta delle cape sante alla mugnaia è semplice ed in appena 40 minuti un elegantissimo antipasto sarà pronto per suscitare lo stupore degli invitati.

La ricetta prevede l’utilizzo del Vermouth bianco, che conferirà una nota leggermente amara e profumata di erbe al piatto.

Potrebbe interessarti anche Bignè salati al salmone e lompo

INGREDIENTI per 4 persone

  • 1 Kg. capesante sgusciate
  • 2 noci burro
  • 2 cucchiai Vermouth bianco secco
  • prezzemolo fresco
  • sale, pepe

PREPARAZIONE

Sciacquare le cape sante sotto acqua corrente fredda ed eliminare ogni traccia di sabbia.

Scolare le cape sante ed asciugarle in un foglio di carta assorbente da cucina, quindi condirle con sale e pepe.

Lavare, asciugare e tritare finemente il prezzemolo, poi tenerlo da parte.

In una larga padella antiaderente, capace di contenere le capesante in un unico strato, far sciogliere una noce di burro e lasciarla scaldare finché non avrà iniziato a cambiare colore.

Aggiungere le cape sante e lasciarle cuocere su fuoco vivace per 3/5 minuti, quando saranno sode al tatto e dorate da entrambi i lati, estrarle dalla padella e sistemarle sul piatto da portata, tenendole al caldo.

Nella stessa padella utilizzata per la cottura delle cape sante, versare il Vermouth ed aggiungere il burro rimanente.

Quando il burro si sarà sciolto su fuoco vivace, aggiungere il prezzemolo e lasciare insaporire pochi istanti lasciando evaporare un poco.

Versare la salsa ottenuta sulle cape sante e servire immediatamente.

Le cape sante alla mugnaia sono pronte per essere servite e gustate pienamente, buon appetito!

Potrebbe interessarti anche Bignè salati al salmone e lompo

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *