Allerta Cozze malate | una forma di cancro contagioso colpisce i molluschi

cozze malate con cancro
cozze malate una forma di cancro ricettasprint

Cozze malate | una forma di cancro ha colpito i molluschi

Una forma particolare patogena di cancro sta infettando le cozze e le attività commerciali che a loro volta ne favoriscono la diffusione

Il tumore è il male del secolo, ma quello che tutti sappiamo e che ci consola è che non fa parte delle malattie infettive.

Non per tutti gli animali questo studio è scientificamente provato, infatti ci sono molti cancri che sono diventati nella forma infettiva, per esempio i tumori venerei dei cani e  molti altri casi di tumore.

Aggiungiamo quindi a questa forma di diffusione anche i Mitili, uno studio del Pacific Northwestern Research Institute di Seattle ha dimostrato che diverse specie di Mitili patiscono una forma di neoplasia trasmettibile da un esemplare all’altro e questa patologia si sta diffondendo vertiginosamente anche nel nostro oceano Atlantico.

I primi Mitili malati sono stati scoperti nelle acque della British Columbia Mytilus trossulus, passando poi per i Mytilus edulis (nei mari della Francia ) e nei Mytilus chilensis (costa atlantica e pacifica del sud America)

Dunque tutto è iniziato dal Canada e da li è arrivato fino all’emisfero settentrionale.

Ma se i Mitili non sono presenti nelle zone equatoriali come è possibile che la malattia sia arrivata fino alle regione meridionali del sud America? E oltre…

La risposta probabile che alcuni esemplari di mitili siano andati a finire nelle stive  delle navi da carico, portando così il loro cancro patogeno.

Leggete anche questo -> Pesce fresco ecco come riconoscerlo

Potrebbe interessarti anche questo -> richiamo acqua in bottiglia

Leggi anche qui-> richiamo legumi marca

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *