spugne da cucina batteri virus
Spugne da cucina, pericolo batteri: ce ne sono tantissimi

Le spugne da cucina non sono così pulite come pensiamo: uno studio di una università tedesca lancia l’allarme e svela un dato sorprendente.

Le spugne da cucina sono tra i nostri principali alleati quando si tratta di dover tenere al pulito la cucina. Peccato che esse stesse non lo siano per niente. Rappresentano infatti un vero e proprio ‘campeggio’ per batteri di tutti i tipi. La conferma arriva da uno studio pubblicato sulla rivista scientifica di settore ‘Scientific Reports’. In seguito ad accurate osservazioni è stato possibile dedurre che le spugne da cucina possiedono l’equivalente in batteri che potremmo ritrovare nelle feci. Responsabile dello studio è stata una equipe di ricercatori tedeschi dell’Università di Furtwangen. Per lo stesso ci si è serviti di diverse spugne usate, 14 per la precisione. Ed al loro interno sono stati catalogati ben 362 tipi diversi di batteri. La maggior parte di questi microrganismi non è pericolosa per l’uomo, ma ce ne sono alcuni che è d’obbligo dover tenere d’occhio.

Spugne da cucina, un serbatoio di batteri e virus

I più pericoloso sono inclusi in una lista di rischio 2, quindi portatori di possibili pericoli. “Si tratta di potenziali agenti patogeni”, come spiega il responsabile dello studio sulle spugne da cucina, il professor Markus Egert. I batteri più comuni sono stati quelli appartenenti alla famiglia delle Moraxellaceae. Spesso la colpa del cattivo odore del lavandino è loro, ma possono proliferare anche in caso di infezioni. E le spugne che utilizziamo in cucina non solo danno riparto ai virus, ma li possono anche aiutare anche a diffondersi un pò ovunque, compresi su noi stessi e sul cibo che ingeriamo.

LEGGI ANCHE –> Vongole Veraci, è allarme per il batterio Escherichia Coli