Traffico di droga | chef la nascondeva nel caffè | arrestato

Uno chef guadagnava ingenti quantitativi di denaro con il traffico di droga. Singolare il suo modo di operare. Le Fiamme Gialle lo hanno scoperto e arrestato.

traffico di droga
Nascondeva cocaina nel caffè arrestato chef per traffico di droga Foto dal web

Uno chef italiano di 50 anni con residenza in Colombia ma operante in Lombardia ha ricevuto la visita della Guardia di Finanza. Gli agenti lo hanno arrestato per traffico di droga internazionale tra il Sud America e l’Italia, scoprendo il sotterfugio utilizzato per introdurre illegalmente sostanze stupefacenti nel nostro Paese.

LEGGI ANCHE –> L’alcool uccide più di droga e fumo, anche in Italia

L’uomo farciva dei chicchi di caffè con della cocaina. In pratica svuotava a mano ogni singolo chicco, riempiendolo di polvere bianca. Dopo averli accuratamente incollati, i chicchi sembravano autentici ed al naturale. Le Fiamme Gialle hanno compiuto tale scoperta all’aeroporto di Milano Malpensa. L’arresto dello chef per traffico di droga ha avuto luogo a Pontassieve, in provincia di Firenze. Sotto sequestro c’è ora un carico di due chili circa, recante su un nome fittizio al posto del destinatario.

LEGGI ANCHE –> Torino sotto choc, condannati macellai: introducevano sostanze nella carne

Traffico di droga, arrestato chef: aveva già dei precedenti

Proprio questa indicazione ha destato dei grossi sospetti nelle forze dell’ordine, le quali alla fine sono riuscite ad individuare l’uomo e ad imputargli il possesso di 130 grammi di cocaina purissima. Già in passato lo stesso chef aveva avuto dei precedenti sempre per droga, in base a quanto si apprende. Ad agire in questa operazione ecco la Procura varesotta di Busto Arsizio e quella di Firenze.

LEGGI ANCHE –> Focolai Italia | 68 contagiati nei macelli del Mantovano

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *