dieta dell'acqua
dieta dell’acqua

La dieta dell’acqua è stata elaborata dal Dottor Nicola Sorrentino, nutrizionista delle star dello spettacolo ed ideatore di molti programmi alimentari ipocalorici di successo. Nel suo libro “Acqua da mangiare” ha sviluppato un percorso di dimagrimento che pone l’acqua al centro, sfruttando tutte le qualità benefiche dell’idratazione. Il dottor Sorrentino infatti sostiene che questa sia non solo una bevanda eccellente, ma anche un alimento in sè poichè contiene nutrienti e vitamine alla pari di qualsiasi altro cibo.

LEGGI ANCHE -> dieta dell’acqua aromatizzata

Dieta dell’acqua, 30 giorni per bruciare i grassi e svegliare il metabolismo

Da buon sostenitore dell’importanza dei carboidrati nella dieta, il nutrizionista ha dunque elaborato un programma che prevede anche la pasta, purchè condita in modo semplice. “Da alcuni studi è emerso che i cereali integrali e la pasta, consumati giornalmente ed abbinati a uno stile di vita sano, possono notevolmente ridurre il rischio di molte malattie” specifica il dottor Sorrentino.

Come abbiamo anticipato, centrale è l’importanza della idratazione quotidiana: otto bicchieri d’acqua al giorno, distribuiti nell’arco della prima parte della giornata. Due al mattino appena svegli, due prima dei pasti, uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio per assumere una giusta quantità di liquidi.

Il nutrizionista inoltre ritiene necessario sfatare alcune consuetudini solitamente praticate in corso di un regime dietetico. “Non è vero che bisogna bere soltanto acqua povera di sodio. Quest’ultima infatti non favorisce l’eliminazione di sali in eccesso più di quanto non facciano altre acque. Neppure è meglio bere lontano dai pasti, anzi. È vero esattamente l’opposto perché l’acqua facilita la digestione” spiega. Specificando: “L’indicazione è quella di non bere più di mezzo litro a pasto, per non correre il rischio di diluire troppo i succhi gastrici. In questo modo infatti si allungano leggermente i tempi della digestione”.

Spuntini salutari ed attività fisica

Le regole generali della dieta dell’acqua sono meno rigide dei tradizionali regimi ipocalorici ed includono legumi, carne, pesce e verdure. Anche gli spuntini sono sostanziosi dal punto di vista nutrizionale ed energetico: frutta secca in quantità diverse a seconda del tipo scelto. Nello specifico sono consentiti 10 mandorle oppure 3 noci, in alternativa 15 pistacchi. Insomma, con una buona idratazione quotidiana, in soli 30 giorni il dottor Sorrentino assicura una costante e sostanziale perdita di peso. Basta evitare fritti e dolci e fare un pò di movimento per tornare in forma!

LEGGI ANCHE -> gonfiore e dieta: ecco cosa accade quando si mangia troppo

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore