dieta dello zenzero
dieta dello zenzero

Con la dieta dello zenzero, sponsorizzata da numerosi specialisti della Scienza della Nutrizione internazionale, riuscirete ad ottenere numerosi benefici oltre che perdere peso senza sforzi eccessivi. Questa radice infatti, assunta regolarmente e nelle dosi consigliate, apporta numerosi vantaggi all’organismo sia in termini di dimagrimento, sia per il miglioramento di alcune funzioni naturali.

L’efficacia dello zenzero risiede nei gingeroli, che svolgono molteplici attività, di cui la maggior parte collaborano al miglioramento del sistema gastrointestinale. I rizomi dello zenzero, consumati freschi o disidratati, sono un efficace antiemetico soprattutto per chi soffre di mal di macchina. Contribuiscono a migliorare la digestione e ad eliminare il gonfiore addominale, favorendo l’espulsione dei gas in eccesso. Inoltre lo zenzero ha un potere antitrombotico, grazie alla sua azione inibitoria dell’aggregazione piastrinica.

In cosa consiste la dieta dello zenzero?

Il sapore di questa radice, pungente e lievemente forte, si sposa benissimo con qualsiasi preparazione: dalle tisane al dolce, crea contrasti deliziosi! Oltre ad integrare con gusto ogni pietanza, essa riduce il senso di fame, donando sazietà e riducendo l’assimilazione dei grassi da parte dell’organismo. Seguendo un’alimentazione sana ed equilibrata è possibile perdere fino a 3 kg in 10 giorni, sfruttando al massimo tutti i benefici dello zenzero. La prima regola fondamentale per riuscire a raggiungere un buon traguardo in termini di dimagrimento, è eliminare tutto ciò che può compromettere una corretta nutrizione. Quindi stop a bevande zuccherate, gassate ed alcoliche. Via libera invece ad acqua naturale, tisane ed infusi drenanti e detossinanti, centrifugati e succhi fatti in casa. Un pò di caffè è consentito, non oltre le tre tazzine al giorno possibilmente senza zucchero. Non saltare mai i pasti, che saranno cinque distribuiti nel corso della giornata: cercate, nei limiti del consentito, di consumare i pasti sempre alla stessa ora. Di seguito vi riportiamo il menù tipo di una giornata impostata secondo la dieta dello zenzero.

Menù tipo

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato, tre biscotti secchi o tre fette biscottate
Spuntino: Uno yogurt magro
Pranzo: 70 gr di pasta con 120 gr di verdure (lesse, arrostite o grigliate) condita con un cucchiaino di olio extra vergine di oliva
Merenda: Un frutto
Cena: crema di sedano rapa con prezzemolo e zenzero, una fettina di pane integrale
Dopo cena: infuso di zenzero, limone e mela

Consigli e controindicazioni

E’ importante che chiunque soffra di particolari patologie, intolleranze o si trovi in stato interessante, si rivolga tempestivamente ad uno specialista prima di apportare qualsiasi variazione alla propria normale alimentazione. La dose giornaliera di zenzero raccomandata è  compresa tra i 10 e i 30 grammi di radice fresca. Assumerne di più significa rischiare di andare incontro a sgradevoli controindicazioni. Chi è affetto ad esempio da colon irritabile, gastrite o calcoli biliari può incorrere in gravi problemi. Chi soffre di allergie o intolleranze può incorrere in reazioni di varia natura. Inoltre lo zenzero può alterare gli effetti sull’organismo di alcuni farmaci, tra cui anticoagulanti, antinfiammatori, antiaggreganti piastrinici. Alcuni studi hanno evidenziato un collegamento tra il consumo di zenzero ed una influenza sulla stabilità della pressione sanguigna e del ritmo cardiaco. L’assunzione di questo prodotto, particolarmente per alcune categorie di soggetti quindi andrebbe effettuata sotto stretta sorveglianza medica.