Giorgio Locatelli, tutto sul nuovo giudice di Masterchef Italia
Giorgio Locatelli, tutto sul nuovo giudice di Masterchef Italia

Uno chef tutto di un pezzo, Giorgio Locatelli che quest’anno subentrerà ad Antonia Klugmann nel quartetto di giudici di Masterchef Italia. Una lunga storia fatta di esperienze in giro per il mondo e che culmina nella celeberrima Locanda che porta il suo nome,  una stella Michelin di tutto rispetto nel cuore di Londra. Locatelli si è distinto nell’ultima puntata di Masterchef All Stars per la sua competenza, eleganza e semplicità. Doti con le quali ha approcciato concorrenti e fornito consigli sulla preparazione dei piatti. E’ lui che ha proclamato vincitore Michele Cannistraro al termine della prima edizione di Masterchef All Stars, il quale lo ha descritto così in una intervista: “È un figo pazzesco, ha un modo di fare molto affascinante. E poi è molto tecnico: un piatto lo assaggia, lo gusta e dice cose sensate”.

Giorgio Locatelli, l’inizio della sua carriera

La sua storia inizia nel 1963, anno che gli ha dato i natali, a Corgeno di Vergiate, sulla sponda varesina del Lago Maggiore. Giorgio inizia fin da bambino ad assaporare l’atmosfera della ristorazione: lo zio aveva un hotel con ristorante sul lago di Comabbio, in cui tutti lavoravano e vivevano. Ha amato subito i sapori ed i colori della cucina, tanto da scegliere già molto giovane di intraprendere un percorso lavorativo difficile con un obiettivo.

Grazie allo chef “Michelaccio” ed alla lettura del libro “Repertoire de la Cuisine” di Auguste Escoffier sogna infatti di lavorare al britannico Savoy. Un tour in Svizzera è stato il preludio ad una svolta unica e decisiva: a soli 23 anni Giorgio viene convocato tra le fila proprio del prestigioso Hotel londinese di Anton Edelmann. Dopo una parentesi parigina di tre anni al Laurent e al Tour D’Argent, dove tra mille difficoltà impara i dettami della cucina francese, Locatelli medita il ritiro dalle scene culinarie.

L’esperienza in Francia e l’ascesa nel mondo della ristorazione

Un periodo estremamente difficile, sfiancante psicologicamente e fisicamente: “Ho subito diverse umiliazioni. Io non umilierei mai nessuno, è aberrante” ha affermato in una intervista. Il rientro in Italia, tra i suoi cari, lo porta a pensare ed a ragionare sul suo futuro, ritrovando quella tranquillità che aveva perso.

Giorgio con la nonna Vincenzina

“E’ stato grazie a mia nonna che ho ritrovato la spinta per diventare ciò che sono. Ero dimagrito, deluso, ma lei mi ha dato la serenità per programmare un nuovo inizio” ha spiegato lo chef stellato. Il rientro nella sua amata Londra segna un percorso tutto in salita: prima lavora come chef al ristorante “Olivo”, poi al ristorante “Zafferano”, che con lui guadagna una Stella Michelin nel 1995.

È il 2002 però l’apice della sua realizzazione professionale: apre infatti insieme alla moglie Plaxy la celeberrima Locanda Locatelli, ristorante italiano a Londra, meta di diverse star e dei membri della Casa Reale. Ogni anno Giorgio riceve un biglietto di ringraziamento personale dal principe Carlo, al quale in occasione delle festività natalizie invia una confezione di amaretti. Lo chef è titolare anche di Ronda Locatelli, ristorante all’interno dell’hotel e resort 5 stelle Atlantis The Palm di Dubai.

L’esordio in televisione ed il grave incidente

Giorgio Locatelli è molto noto in terra britannica, in cui ha prestato il volto a numerose trasmissioni televisive e talent show culinari di grande successo. Masterchef Italia sarà la sua prima esperienza sotto i riflettori nella sua terra d’origine. E’ anche autore di diversi libri. Nel 2008 pubblica “Made In Italy, Food & Stories”, cui segue “Made in Sicily” nel 2011.

Giorgio Locatelli con lo staff della Locanda
Giorgio Locatelli con lo staff della Locanda

Quest’ultimo è considerato ad oggi il libro sulla cucina siciliana scritto in inglese migliore al mondo. I libri e la partecipazione agli show televisivi lo hanno aiutato in un momento estremamente difficile della sua vita professionale: nel 2014 una fuga di gas sfascia parte della Locanda Locatelli durante un servizio di venerdì sera, a locale pieno. Nessun ferito grave, ma un tracollo finanziario ed a livello di immagine. “Mi sono venuti i capelli bianchi nel giro di tre giorni” ha raccontato poi Giorgio al Guardian.

La Locatelli’s Family, un amore italobritannico

Giorgio Locatelli è sposato con Plaxy ed ha due figli Margherita e Jack, nato da una precedente relazione di lei. I problemi di salute di Margherita, che soffre di gravi allergie alimentari, hanno modificato l’approccio dello chef alla cucina.

Giorgio con la moglie Plaxy

Vive a Camden Town, il quartiere più cool di Londra e nel tempo libero ama passeggiare, cavalcare e stare in famiglia. Da buon italiano Giorgio adora trascorrere il tempo con la moglie ed i suoi ragazzi, ha un carattere schietto e sincero ed ultimamente ha stretto una profonda amicizia con il collega Antonino Cannavacciuolo, come quest’ultimo ha più volte sottolineato. Parla correntemente inglese e francese ed è molto attivo sui social network dove aggiorna i suoi innumerevoli followers sulle sue attività.