Lorenzo Biagiarelli la cucina come metafora - RicettaSprint
Lorenzo Biagiarelli la cucina come metafora – RicettaSprint

L’attenzione mediatica oggi si concentra di nuovo su Lorenzo Biagiarelli ma non per via di un piatto realizzato dallo chef, bensì per via della realizzazione di un dolce che rappresenta la cucina come metafora… stiamo parlando proprio della Cassata siciliana realizzata oggi da Fabio Potenzano a È sempre mezzogiorno.

Lorenzo Biagiagiareli ha avviato un nuovo percorso nel programma di È sempre mezzogiorno permettendo anche al pubblico di televisivo, che non aveva ancora avuto modo di seguirlo sui social, di conoscere appunto le sue grandi abilità in cucina.

Nel corso degli ultimi giorni, Lorenzo Biagiarelli ha avuto modo di sostituire Alfio Bottaro, assente dal programma, e di essere così al fianco di Antonella Clerici durante il momento dei giochi, ma ecco che oggi Lorenzo Biagiarelli comunque presente in studio e ha assisto estasiato alla realizzazione della Cassata da parte di Fabio Petenzano.

Lorenzo Biagiarelli la cucina come metafora - RicettaSprint
Lorenzo Biagiarelli la cucina come metafora – RicettaSprint

LEGGI ANCHE -> Lorenzo Biagiarelli rivelazione sul tartufo | C’entra la Clerici

LEGGI ANCHE -> Lorenzo Biagiarelli festeggiamenti all’americana | I piatti dello chef

Lorenzo Biagiarelli la cucina come metafora: “Non pensavo che…”

Ebbene sì, la Cassata preparata da Fabio Potenzano ha colpito così tanto Lorenzo Biagiarelli che non ha potuto fare a meno di raccontare questa esperienza culinaria nella sua pagina Instagram dove ha scritto il seguente messaggio: “La cassata al forno è un’ottima metafora della cucina italiana. Intanto, prende il meglio da ogni cultura con cui venga in contatto. Gli agrumi e lo zucchero di canna dagli arabi, il cioccolato portato dagli spagnoli, la frolla di sugna squisitamente normanna. A un certo punto da Genova arriva il Pan di Spagna e bum, dopo secoli cambia tutto. Arriva anche la glassa di ispirazione francese”. Successivamente, Lorenzo Biagiarelli si sofferma anche sul tipo di lavorazione del latte di pecora e i canditi che rendono questo dolce un’opera d’arte.

Lorenzo Biagiarelli, inoltre, spiega anche come nel ‘300 questa venisse presentata come una “pasta di pane ripiena di Ricotta’, adesso è uno scrigno di pasta reale, di mandorle, pieno di meraviglie”. Il messaggio scritto dallo chef si conclude poi nel seguente modo: “E quindi, qual è quella ‘tradizionale’? Non esiste. Esiste lo spirito di un’isola meravigliosa che non ha mai chiuso le porte a nessuno, e in dono ha ricevuto uno dei dolci più buoni del mondo […] Non avrei mai pensato di ingrassare a suon di metafore”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lorenzo Biagiarelli (@lorenzo.biagiarelli)

LEGGI ANCHE -> Lorenzo Biagiarelli spoiler | Pronto per È sempre mezzogiorno

LEGGI ANCHE -> Lorenzo Biagiarelli È sempre mezzogiorno | Il blogger in attesa dello show

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube.