500 gr di bietole fresche

150 gr di farina
Un uovo
250 ml di acqua frizzante
Sale q.b.
Olio per friggere q.b.

Preparazione delle bietole fritte in pastella

Per realizzare questa ricetta iniziate lavando accuratamente le bietole sotto acqua corrente fredda: rimuovete le foglie esterne più dure e tagliate le bietole a pezzi di dimensioni uniformi. Potete separare i gambi dalle foglie ed utilizzarli entrambi nella preparazione, fritti sono buonissimi!

Preparate la pastella mescolando la farina, l’uovo e l’acqua frizzante in una ciotola grande: aggiungete un pizzico di sale e pepe, se vi piace e mescolate bene fino ad ottenere una consistenza liscia e priva di grumi. Lasciate riposare la pastella per circa 15 minuti, intanto scaldate abbondante olio in una padella profonda o in una friggitrice ed assicuratevi che l’olio sia sufficientemente caldo per friggere le bietole in modo uniforme.

Una volta raggiunta la giusta temperatura, immergete i pezzi di bietola nella pastella uno alla volta, assicurandovi che siano completamente ricoperti. Scolate l’eccesso di pastella e trasferite i pezzi di bietola nella padella con l’olio caldo in profondità e con delicatezza.

Friggete le bietole fino a quando non diventano dorate e croccanti: questo passaggio dovrebbe richiedere circa 3-4 minuti per lato, assicurandovi di girarle delicatamente durante la cottura per garantire una cottura uniforme.

Una volta che le bietole sono pronte, estraetele dalla padella con una schiumarola e posizionatele su un piatto foderato con carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso: ripetete il processo con i restanti pezzi di bietola.
Una volta completata la cottura, potete servirle calde come antipasto o contorno, magari accompagnandole con una salsa a piacere, come la maionese o una salsa piccante: vedrete, una tira l’altra!