Il petto di pollo all’arancia; delizioso e velocissimo secondo piatto

Oggi per pranzo proponiamo la ricetta del petto di pollo all’arancia: un secondo piatto facile da realizzare, veloce e dal sapore delicato e delizioso.

Questa ricetta è un’ottima alternativa al classico petto di pollo alla griglia, come vedrete si tratta di una ricetta a basso contenuto calorico, che potrebbe essere preparata anche per chi sta seguendo un regime alimentare controllato.

Il petto di pollo all’arancia è un piatto buonissimo e velocissimo da preparare sarà pronto, infatti, in soli 30 minuti.

Potrebbe interessarti anche Spiedini di pollo e verdure

INGREDIENTI per 4 persone

  • 500 gr. fettine di petto di pollo

  • 50 gr. farina

  • olio evo

  • 2 arance

  • ½ bicchiere vino bianco

  • sale

  • 1 cipolla media

PREPARAZIONE

Sbucciare la cipolla e tritarla grossolanamente.

Lavare le arance, grattare la buccia di una, poi il succo da entrambe e tenerli da parte.

Battere leggermente le fettine di carne con il batticarne ed infarinarle.

In una larga padella antiaderente scaldare un giro abbondante di olio ed aggiungere la cipolla, bagnare con il vino e far stufare coperto per qualche minuto su fuoco dolce.

Quando la cipolla sarà appassita, unire i petti di pollo infarinati e farli rosolare da entrambi i lati un paio di minuti su fuoco vivace.

Aggiungere il succo delle arance, regolare di sale e pepe e mescolare.

Coprire e lasciare cuocere per 10 minuti, voltando le fettine a metà cottura.

Pochi istanti prima di spegnere il fuoco, aggiungere la scorza grattugiata dell’arancia e tenere sul fuoco ancora un istante.

Distribuire i petti di pollo all’arancia nei piatti individuali, condire con un paio di cucchiaiate di sughetto di cottura.

Decorare i piatti con una fettina di arancia cruda ed una fogliolina di prezzemolo e servire caldi.

I petti di pollo all’arancia sono ora pronti per essere serviti e gustati, accompagnati da deliziose verdurine al vapore.

Buon appetito!

Potrebbe interessarti anche Pollo con Peperoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *