Prosciutto crudo, cosa succede se se ne mangia troppo?

Prosciutto crudo

Prosciutto crudo, cosa succede se se ne mangia troppo?

Mangiare prosciutto crudo tutti i giorni comporta dei rischi, ma quali? E perchè? Dobbiamo stare attenti a cosa prima di consumarne?

Mangiare prosciutto tutti i giorni non è sicuramente salutare anche perchè mangiare carne spesso potrebbe aumentare il rischio di conseguenze cardiovascolari o di natura tumorale, nel caso del prosciutto che conosciamo essere una categoria da valutare molto attentamente in termini di consumo. Dobbiamo chiaramente porre attenzione atte tipologie di prosciutto crudo che andiamo ad acquistare. Consumare carne lavorata al giorno fa male e a dimostrarlo sono degli studi effettuati in 10 paesi europei, ma tra questi il nostro, l’Italia, mostrerebbe un tasso decisamente basso di consumatori di carni lavorate pertanto non rientrerebbe nei paesi a rischio (30 g al giorno), al contrario della Svizzera che vanta 160 g giornalieri come consumo. Tra gli affettati certamente il prosciutto crudo è quello meno grasso, pertanto meno dannoso, ma dobbiamo stare attenti a delle caratteristiche.

ti piacerebbe anche:Quiche al prosciutto e fichi, facile ricetta di una succulenta delizia!

ti piacerebbe anche:Crepes di farro con mousse di prosciutto, un pranzo delicato e genuino

ti piacerebbe anche:Dieta estiva senza grassi, il menù per perdere peso in modo sano

ti piacerebbe anche:Dieta Sana, via i chili di troppo in soli 4 giorni

 

 

Prosciutto, quali caratteristiche deve avere quello buono?

I prosciutti di media qualità non dispongono di certificazioni ben precise, ma sono semplicemente definiti nazionali. Se vogliamo un prosciutto di buona qualità, allora dobbiamo cercarne uno DOP e IGP. L’odore che deve emanare deve essere stagionato con un leggero sentore di salsedine ed il grasso deve lasciar trasparire un leggero odore di burro. Il gusto deve essere salato all’inizio e più dolce alla fine e non è d buona qualità se il sapore risulta ferroso. Il prosciutto crudo può essere consumato da tutti nelle giuste quantità, ma per i soggetti ipertesi non è particolarmente indicato, così come non lo è per chi presenta dei valori più importanti di colesterolo e trigliceridi. E’ risaputo che le donne in stato interessante non dovrebbero consumare prosciutto crudo, perchè? Perchè il crudo può essere veicolo di Toxoplasmosi

Prosciutto crudo, quanto mangiarne la giorno

La dose consigliata per l’assunzione di prosciutto crudo è di circa 50-60 grammi al giorno per 2 volte settimanali, eliminando la parte grassa per ridurre i grassi. Attenzione al sale. Come alimento è indicato per chi pratica sport in quanto fonde ottima di proteine e per chi soffre di anemia i quanto fonte di ferro.

Prosciutto crudo, metodi e tempi di conservazione

Il prosciutto crudo va conservato in un luogo fresco ed asciutto massimo ad una temperatura che non superi i 15 gradi, altrimenti potremmo imbatterci negli acari del prosciutto ovvero quei puntini banchi in movimento che possiamo vedere su di esso e che chiaramente provocano danni alla nostra salute come irritazioni della pelle, asma ed altri problemi a soggetti sensibili e predisposti e provocano allergie.

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *