Non paghi al ristorante grazie ad Instagram: con più ‘like’ mangi gratis

Non paghi al ristorante grazie ad Instagram

Grazie alla pubblicità sui social, e su Instagram in particolare, quanti più ‘mi piace’ si ottengono più si consumano portate gratis.

L’utilizzo dei social network, e di Instagram in particolare, viene ormai utilizzato da tempo per ottenere popolarità ed anche fonti di guadagno. O quanto meno di vantaggi. È questo è il caso dei famosi influencer, che con le loro opinioni sono in grado di influenzare per l’appunto le preferenze ed i gusti dei loro tanti followers. Per ottenere questo status occorre guadagnarsi il favore di numerosi ‘seguaci’. Guardate quello che riesce a fare Chiara Ferragni ad esempio. Le sue competenze possono piacere come no, fatto sta che lei è riuscita a costruire un vero e proprio impero mediatico che poggia forte sulle foto e gli scatti postati con cadenza quotidiana. E quindi usare questa o quella griffe è un modo per pubblicizzare la stessa, con conseguente giro di introiti. Adesso un concetto simile viene applicato anche ai ristoranti. Infatti sempre più persone si stanno cimentando nell’impresa di postare sui rispettivi profili social delle immagini di un piatto preferito o che vorrebbero mangiare.

LEGGI ANCHE –> Qual è il ristorante più ricco d’Italia? Ecco la classifica

Mangi gratis al ristorante se porti tanti ‘mi piace’

Al raggiungimento di un certo numero di ‘mi piace’, ecco che scatta la consumazione gratuita. Ovviamente coloro che possiedono già una folta schiera di followers riescono nel giro di pochissimo tempo a centrare il bersaglio. Il primo locale ad assecondare questa tendenza è stato il ‘This is Not a Sushibar’ di via Lazzaro Papi a Milano, che in base al numero di utenti che accordano le proprie preferenze, ha fornito dallo scorso ottobre una scontistica sulle prelibatezze divenute più virali su Instagram. E su questa falsariga ecco anche la Trattoria Toscana Elite, sempre a Milano. Anche Facebook viene utilizzato in questa corsa al ‘like’. Ma questa cosa riguarda anche altre città grandi e meno grandi del resto d’Italia. La braceria romana ‘Badia Gazometro Garum’ offre una portata gratis dai mille followers in su. Con i cinquemila i piatti diventano due, e si aumenta sempre ai 15mila ed ai 30mila.

LEGGI ANCHE –> Vissani, il ristorante di famiglia nato grazie alla mafia: “Si chiama ‘Il Padrino’…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *