Un alimento posto sugli scaffali dei punti vendita Coop è soggetto ad una grossa problematica. Tutte le informazioni per riconoscerlo.

coop richiamo alimentare
coop richiamo alimentare Foto dal web

Coop ha reso nota l’esistenza di una importante problematica per la salute dei consumatori. una situazione per la quale si è reso necessario richiamare un articolo alimentare che di solito viene posto in vendita all’interno dei supermercati della nota catena italiana.

Leggi anche –> Come friggere senza olio | per dei cibi saporiti e leggeri

Il prodotto in questione consiste in dei calamari indopacifici puliti e congelati. Sono due i lotti contestati che Coop ha segnalato all’interno di una apposita circolare di ritiro dal commercio.

Il marchio di riferimento è “Albatros”, i cui calamari congelati sono soggetti alla presenza di un metallo in quantità superiori rispetto ai limiti indicati dalle normative attualmente vigenti all’interno del territorio della Unione Europea.

Più nel dettaglio si riscontra una concentrazione in eccesso di cadmio. Cosa che può portare ad una intossicazione dai possibili risvolti anche importanti. Le confezioni all’interno delle quali questo prodotto ittico è posto in vendita hanno un peso di 400 grammi e sono del tipo skin.

Leggi anche –> Diabete | un grande e inatteso aiuto arriva da questi frutti

Coop, le informazioni utili per riconoscere il prodotto

Inoltre è possibile fare riferimento alla data di scadenza o termine minimo di conservazione per riconoscere questo prodotto. Ed ovviamente anche ai numeri di lotti. Le indicazioni sono le seguenti:

  • lotto numero 0006MF con termine minimo di conservazione (Tmc) 08/2022;
  • lotto numero 0010NF con termine minimo di conservazione (Tmc) 09/2022;

Leggi anche –> Conservare il cibo in spiaggia | i consigli per pranzare sotto all’ombrellone

L’azienda produttrice è la MARR Spa che ha il proprio stabilimento in Emilia-Romagna, a Rimini. Questo provvedimento di richiamo alimentare riguarda comunque soltanto i punti vendita Coop della Regione Toscana, tra l’altro nemmeno tutti.

A scopo puramente cautelativo, come del resto è costume qualora sorga anche la più piccola problematica per la salute dei clienti, si raccomanda di non consumare l’articolo alimentare indicato. Questo va riconsegnato al punto vendita di riferimento per ottenere il rimborso della cifra spesa.

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube.

I consumatori hanno a disposizione due indirizzi e-mail allo scopo di chiedere nell’eventualità ulteriori informazioni. Sono i seguenti:

Foto dal web