Dieta del Semaforo, dimagriamo seguendo i colori

Dieta del Semaforo

Con la Dieta del Semaforo riusciremo a perdere peso seguendo le indicazioni come se stessimo seguendo proprio un semaforo. I colori fanno la differenza.

La Dieta del Semaforo è ciò che serve per eliminare dalla nostra tavola quelle pietanze che non ci aiutano. Seguendo i suoi dettami, sapremo finalmente smaltire le calorie in eccesso grazie al consumo di alimenti preposti. Questa dieta è chiamata ‘del semaforo’ perché si basa sui tre colori caratteristici di tale strumento di viabilità. Ovvero, verde, arancio e rosso. E tali conformazioni cromatiche sono indicative pure della misura in cui i cibi andrebbero consumati. Quelli in rosso vanno evitati, quelli in arancio si possono prendere ma con moderazione mentre c’è totale via libera a quelli in verde. Come in molti altri tipi di dieta, anche in questa sono contemplati 5 pasti giornalieri e l’assunzione di almeno 2 litri di acqua. Viene inoltre consigliato di svolgere attività fisica leggera per 3-4 volte a settimana in sessioni di mezzora l’una.

Dieta del Semaforo, come perdere peso nel modo migliore

Si comincia a colazione, che non andrebbe mai saltata, per finire con una cena ad ora non tarda. Nel mezzo ecco spuntino di metà mattinata, pranzo e poi merenda a pomeriggio. I cibi vietati sono latte intero, crackers, biscotti, marmellata, pane e riso bianchi, patate, pancetta, salsicce e formaggi grassi. Semaforo arancio per pasta integrale ed al dente, latte parzialmente scremato, carne di maiale e di agnello. Ma anche per banane, kiwi, arachidi, mandorle e uova. Hanno semaforo verde infine riso integrale o basmati, legumi, frutta e verdura e carne magra o pesce.

A colazione via con un bicchiere di latte parzialmente scremato ed un frutto di stagione. Spuntino con sempre un frutto o qualche mandorla, a pranzo pasta o riso integrali con zucchine o melanzane grigliate, poi merenda sempre con poca frutta secca od un frutto di stagione. Chiudete con la cena, con merluzzo o carne magra con contorno di verdure grigliate, da condire con del succo di limone magari. E se volete, potete chiudere con una tisana.

LEGGI ANCHE –> Dieta delle cinque settimane: il metodo per perdere fino a 10 kg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *