Dieta della Birra, per perdere peso in un settimana in modo originale

dieta della birra, facile e allegra
dieta della birra

La Dieta della Birra è certamente uno dei regimi alimentari meno noti dalla massa. Eppure esiste e porta i suoi vantaggi. Esiste un menu dimagrante che, se regolarmente applicato, vi consentirà di perdere peso in modo efficace. La birra è una bevanda che viene consumata da millenni dall’umanità, in tutti i suoi diversi metodi di produzione. E le proprietà nutritive e benefiche delle quali è dotata sono ormai universalmente riconosciute anche da diversi studi scientifici. La birra possiede nicotinamide riboside, una sostanza molto utile per contrastare l’obesità.

Naturalmente va assunta in maniera moderata e senza eccessi, per non incappare in effetti collaterali. La Dieta della Birra porta pochissime calorie: circa 45 ogni 100 grammi in media. Ad essa dobbiamo associare alimenti quali carne, pesce e verdure, oltre che la frutta. Ne beneficerà anche il nostro organismo, che sarà sollecitato in maniera più efficace nei suoi processi di smaltimento e pulizia interna. Questo regime alimentare va seguito per massimo una settimana. Potete ripeterla ad intervalli di 21 giorni dall’ultima volta.

Potrebbe piacerti anche questo articolo: Dieta Push Up: perdi 5 kg in quattro settimane stando in forma.

Dieta della Birra, ecco come agire

La Dieta della Birra si applica accostando la nostra bevanda preferita ai formaggi ed al pesce in particolare. Limitiamo il più possibile invece l’abbinamento alla pizza. Birra e pasta infatti non vanno d’accordo nel nostro stomaco. Si invece anche ai legumi, oltre che alle verdure. Come condimento è ottimo l’olio di oliva. Non si deve andare oltre un litro giornaliero, meglio se si beve prevalentemente di sera e non oltre 4 ore prima di andare al letto. Integrate anche con 2 litri al giorno di acqua naturale. Evitate cibi eccessivamente salati o zuccherati. Come in molte altre diete, vanno seguiti 5 pasti al giorno, col divieto tassativo di saltarne anche solo uno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *