Food shaming, ecco i piatti che incitano all’anoressia – FOTO

Food shaming, ecco i piatti che incitano all'anoressia - FOTO
Food shaming, ecco i piatti che incitano all’anoressia – FOTO

Il food shaming, ovvero il controllo dell’alimentazione imposto da altri con atteggiamenti discriminatori e spesso offensivi, è purtroppo una pratica spesso attuata da molti, anche inconsapevolmente. Vi sarà capitato, qualche volta di desiderare il dolce al termine di una cospicua cena e vedere gli sguardi attoniti degli altri commensali? Magari qualcuno si è spinto anche oltre, con qualche esternazione ironica di troppo. Sentirsi giudicati per il piacere del buon cibo non è mai gradevole, che si sia in sovrappeso o meno. La famosa catena americana Macy’s ha pensato bene di farne un brand e di pubblicizzarlo sotto forma di accessori per la cucina. La linea che prende il nome di Pourtions ha sollevato grande indignazione per il modo in cui l’argomento è stato proposto, ritenuto altamente pericoloso e soprattutto discriminatorio.

LEGGI ANCHE -> Depurare l’organismo, gli alimenti consigliati

Food shaming, ecco i piatti che incitano all’anoressia – FOTO

Si tratta di piatti e bicchieri che illustrano le porzioni ritenute ideali per rientrare in una determinata categoria di appartenenza. Per cui se volete indossare dei favolosi jeans ‘skinny’ ovvero super aderenti, il piatto vi mosterà quanto mangiare. Considerando poi che la quantità più eccessiva di cibo vi qualifica automaticamente come ‘mom jeans’, etichettando tutte le mamme come delle fameliche ciccione. Come la ‘bowl’ per la pasta, che indica quando dire ‘basta’. L’intento della casa produttrice pare fosse diverso.

Gli ideatori Dan e Mary Cassidy riferiscono di aver maturato l’idea a seguito di una lettura sul tema dell’obesità. Giungendo alla conclusione che non sono le calorie a fare ingrassare, ma piuttosto le quantità. I Cassidy sostengono che dopo l’introduzione della formula ‘all you can eat’ nei ristoranti, anche le stoviglie si siano ingrandite per fare posto a più cibo possibile. Di qui il progetto di creare la collezione ‘Pourtions’ per affrontare il tema con ironia e mettere in guardia con il sorriso dagli eccessi alimentari.

Non solo cibo, ma anche le bevande alcoliche dal vino al whiskey sono entrate nella dimensione della linea. Il proposito però non è andato a buon fine e, di fronte al polverone internazionale sollevato dal tweet della giornalista americana Aly Ward, Macy’s ha dovuto ritirare i prodotti dal mercato.

Ammettendo anche di aver commesso un grave errore alimentando i problemi causati dal food shaming, soprattutto nei confronti dei soggetti affetti da disordini alimentari.

LEGGI ANCHE -> Ultracentenari, in Italia il numero più in alto grazie alla Dieta Mediterranea

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *