Una analisi compiuta da ricercatori universitari nel corso degli anni svela tutti gli aspetti negativi del consumo di carne lavorata.

Carne processata perché fa male
Carne processata perché fa male Foto dal web

La carne lavorata fa male. Lo conferma in maniera ulteriore un nuovo studio relativo, realizzato appositamente per individuare di quanto aumenti il rischio di incorrere ancora di più in delle malattie cardiache.

Leggi anche –> Salmonella | prodotto contaminato ed altri richiami alimentari urgenti

Mangiare anche solo 50 grammi di carne lavorata come ad esempio le salsicce, il prosciutto o la pancetta ci espone del 18% in più a questo rischio. Un +9%, con quindi un possibile pericolo più moderato, si ha invece mangiando la carne rossa non trasformata di maiale, manzo od agnello.

La carne più sicura in assoluto è invece quella bianca, di pollo o di tacchino, che non porta con sé alcuna insidia. A renderlo noto sono i ricercatori della Università inglese di Oxford, ateneo che ha contribuito anche alla realizazzione del vaccino AstraZeneca.

A rendere così insidiosa la carne lavorata è la presenza in quantità eccessive di grassi saturi e di sale al suo interno. La cui assunzione stimola la formazione ulteriore di colesterolo dannoso e fa salire la pressione del sangue rispettivamente. Due fattori che vanno a pesare proprio sulla salubrità della situazione coronarica di un individuo.

Leggi anche –> Green Pass | da quando sarà obbligatorio e per quali occasioni

Carne lavorata, come è avvenuto lo studio

Gli studiosi hanno considerato anche i dati raccolti in più di tre decenni di raccolta e di osservazioni su quasi un milione e mezzo di persone residenti in Europa e negli Stati Uniti per lo più.

Leggi anche –> NaturaSì | tre prodotti richiamati immediatamente | le marche e i motivi FOTO

La quantità di carne lavorata massima oltre la quale non spingersi dovrebbe essere di massimo due volte a settimana. Anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha parlato a sua volta dei rischi connessi al consumo eccessivo di carne rossa, sia lavorata che non.

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube.

Come sempre, occorre moderazione nell’assunzione di qualsiasi alimento, per scongiurare il rischio di incappare in spiacevoli conseguenze nel breve, medio o lungo periodo.

Foto dal web