Suggerimenti e dritte su come conservare cozze e vongole per garantire la sicurezza massima in fase di preparazione in cucina.

come conservare cozze e vongole
Suggerimenti su come conservare cozze e vongole Foto dal web

Ora che arrivano le festività di fine anno, può essere davvero utile conoscere come conservare cozze e vongole. Questi frutti di mare sono alla base della tradizione gastronomica di diverse regioni d’Italia. E quando arrivano Natale e Capodanno il loro utilizzo in cucina aumenta non di poco. Allo stesso modo di fasolari, telline, ostriche e simili.

Potrebbe piacerti anche questa ricetta –> Spaghettoni con cozze pomodorini e salsa di pane, buonissimo primo di pesce

Un errore nello stato di conservazione di tutti questi molluschi può dare adito al sorgere di problemi per la salute, con il manifestarsi di possibili contaminazioni da parte di batteri come la Salmonella e l’Escherichia coli. Una delle prime azioni che andrebbe fatta ogni volta che arriviamo a casa dopo avere effettuato una spesa di pesce o di frutti di mare è quella che riguarda un cambio di involucro.

Leggi anche –> Pulire le cozze | i consigli efficaci per farlo in soli 5′

Come conservare cozze e vongole, i consigli efficaci

Ciò che abbiamo acquistato nel reparto pescheria va posto in nuovi contenitori, magari do vetro o di porcellana. Che sono più sicuri della plastica o di altro. Su come conservare cozze e vongole viene suggerito nel dettaglio l’avvolgerle in dei panni da cucina inumiditi e strizzati a dovere. Infine riponete i frutti di mare così protetti in una insalatiera od in un recipiente simile. Sistemate il tutto nella parte più fredda del frigo, rappresentata dal ripiano che sta in basso.

Potrebbe piacerti anche questa ricetta: Spaghetti con le cozze, un’idea gustosa per un primo estivo.

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube.

Prima della fase di cottura, se notate qualche esemplare con le valve aperte, dovete buttarlo via. Dovete poi cucinare il tutto al massimo entro 12 ore dopo l’avvenuto acquisto. Stiamo parlando di alimenti fortemente deperibili, che vanno tenuti e preparati con la massima cura. Ovviamente prima di mettervi ai fornelli, lasciate che sia le cozze che le vongole spurghino quelle che sono le loro impurità, come ad esempio delle tracce residue di sabbia. Quindi sciacquatele per bene sotto l’acqua corrente fredda e procedete, oppure conservatele per un breve periodo secondo quanto indicato.