Melanzane marinate piccanti | Contorno facile e veloce

Le melanzane marinate piccanti sono un contorno super facile. Vengono marinate con il succo di limone e condite con peperoncino e prezzemolo. 

Melanzane marinate piccanti
Melanzane marinate piccanti ricettasprint

Vediamo insieme gli ingredienti ed i passaggi per preparare queste melanzane.

Potrebbe piacerti anche la ricetta: Melanzane al gratin pasticciate con cotto e mortadella, un finger food da sogno

Leggi anche > Involtini di melanzane al forno | Con prosciutto cotto e scamorza

Tempo di preparazione: 15′
Tempo di cottura: 10′

INGREDIENTI dose per 3-4 persone

Melanzane marinate piccanti, preparazione

Per preparare queste melanzane si inizia andando a lavare e poi a tagliare a fette, togliendo l’estremità, le melanzane. Le fette non devono essere ne troppo doppie e ne troppo sottili e meglio se sono tutte uguali, per questo si consiglia l’uso di una mandolina o di un colto affilato.

Melanzane marinate piccanti
Melanzane marinate piccanti ricettasprint

Una volta fatto questo si devono arrostire su di una griglia molto calda da entrambi i lati. Una volta cotte e fredde si mettono in una pirofila e si condiscono con una marinatura fatta mescolando il succo dei limoni, l’olio extra vergine di oliva ed infine il peperoncino tagliato a fette.

Melanzane marinate piccanti
Melanzane marinate ricettasprint

La quantità di peperoncino è soggettiva, se piacciono belle piccanti se ne mette anche uno e mezzo, altrimenti si può mettere anche metà peperoncino. Mescolare bene il tutto e servire anche con dei ciuffetti di prezzemolo.

Leggi anche > Zucchine marinate al limone senza cottura, un contorno fresco

Leggi anche > Melanzane gratinate al forno, con pangrattato

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube.

Melanzane marinate piccanti
Melanzane marinate piccanti ricettasprint

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *