Le dritte giuste su come pulire la lavastoviglie ottimizzando prestazioni, consumi di energia e potendo così anche risparmiare un bel pò.

Pulire la lavastoviglie, vediamo come fare per portare a termine quella che è una operazione che dovremmo mettere in pratica con cadenza periodica, almeno una o due volte al mese.

Lavastoviglie pronta all'uso
Lavastoviglie pronta all’uso (Pexels)

Quella di pulire la lavastoviglie è una delle maggiori protezioni che potremmo mai fornire al nostro elettrodomestico. Infatti la manutenzione e la cura sono il segreto per prolungare la vita di qualsiasi dispositivo. Sia che si tratti della lavastoviglie che del frigorifero o del congelatore, ma anche di telefonino, computer e televisore.

Inoltre il pulire la lavastoviglie ottimizzerà il suo funzionamento, rendendola sempre efficiente in termini tanto di prestazione quanto di limitazione al consumo energetico. Del resto parliamo di uno degli elettrodomestici che pesano di più all’interno della bolletta della luce.

Pulire la lavastoviglie, niente di più facile

Ci sono diversi metodi consigliati per tenere la lavastoviglie pulita e libera dai cattivi odori, che sorgono dalla presenza di batteri nelle stoviglie sporche.

Dettaglio di lavastoviglie
Dettaglio di lavastoviglie (Pexels)

Ricorrere a soluzioni che non richiedono l’utilizzo di detergenti chimici, come quelli che si trovano in commercio, permette non solo di ottenere risultati migliori ma anche più ecocompatibili.

Inoltre spesse volte riscontreremo anche un ottimo risparmio, visto che useremo ingredienti tanto economici quanto ottimi per quello che sarà l’uso di destinazione che riserveremo loro. Anzitutto aiuterà non mettere nella lavastoviglie piatti e posate (ma anche bicchieri, n.d.r.) eccessivamente sporchi.

I residui di cibo possono introdurre e rafforzare la carica batterica. Per cui diamo una pulitina preliminare a tutto quanto prima di procedere poi con il lavaggio automatico. Senza contare che poi filtro e tubi della nostra lavastoviglie non verranno ostruiti da residui vari.

Una cura periodica garantirà ottimi risultati

Il filtro stesso andrebbe pulito almeno una volta a settimana. O comunque un paio di volte al mese. Questa cosa è necessaria per garantire una buona longevità alla lavastoviglie. Possiamo servirci di uno spazzolino da denti usato per disostruire i fori, impiegando anche dell’aceto (100 ml) e sfregando con un panno morbido e con acqua calda (400 ml).

Acqua calda ed aceto tornano utili anche per pulire tubature, scarichi e pareti del vostro elettrodomestico. Potete anche potenziare il tutto aggiungendo un pò di bicarbonato (200 grammi) e del succo di mezzo limone, da mettere nel vano piatti.

Possiamo procedere con un lavaggio a vuoto qualora ci siano del calcare o dello sporco diffusi. In questo caso versiamo nella nostra lavastoviglie anche tutti gli ingredienti indicati, magari aumentando un pò le quantità, e procediamo pure, il tutto ad una temperatura dell’acqua preferibilmente di almeno 80°.

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube.