Spinaci Findus | plastica al loro interno | la risposta della azienda FOTO

spinaci Findus plastica
Spinaci Findus plastica al loro interno FOTO ilfattoalimentare

Scoperta spinaci Findus plastica: un consumatore rende noto di aver trovato dei residui di plastica dentro ad una confezione comprata al supermercato.

Il sito web ilfattoalimentare riferisce di spinaci Findus con frammenti di plastica al loro interno. La notizia è stata fatta da un consumatore. Tale persona li ha acquistati in un supermercato di Torino. Allarmato da quanto successo – per fortuna tali corpi estranei non sono stati ingeriti – il consumatore ha contattato l’azienda per esporre le proprie, giustificatissime rimostranze. Il consumatore ha precisato di avere cucinato per circa 10′ la plastica. La quale non avrebbe dovuto trovarsi lì assieme agli spinaci.

Si apprende che la confezione contaminata fa parte del lotto numero L9163BT079 20:25. La plastica sembra essere appartenere a della pellicola avvolgente. La risposta di Findus non si è fatta attendere. Ilfattoalimentare riporta quanto segue. “Vorremmo rassicurarla che il nostro stabilimento è dotato di un Sistema Qualità certificato ISO: 9001 2015 e BRC ED.8, per le sue attività, segue da diversi anni procedure specifiche sottoposte a continua verifica e revisione”.

LEGGI ANCHE –> Birra contaminata | ritirata dal mercato per tracce di detergenti | la marca FOTO

Spinaci Findus plastica, il comunicato dell’azienda

La nota prosegue. “Il personale è qualificato e sottoposto a formazione in specifiche sessioni di addestramento. È inoltre adeguatamente addestrato e sensibilizzato, in accordo a procedure di stabilimento, circa i parametri di qualità e salubrità del prodotto. Nonché sulle corrette prassi igieniche operative e sulla corretta gestione degli impianti. Vorremmo sottolineare alcuni aspetti inerenti la linea di produzione degli spinaci. La linea è dotata di sistemi e di presidi di controllo per la pulizia della materia prima che all’arrivo in stabilimento viene controllata per la valutazione delle caratteristiche qualitative. La materia prima è dotata di una specifica nella quale viene indicata l’assenza di corpi estranei e viene trasportata con mezzi igienicamente controllati e protetti da teli per prevenire contaminazioni. Durante la lavorazione c’è una fase di setacciatura. Fase in cui gli spinaci passano attraverso cilindri rotanti a maglie che consentono la rimozione di frammenti, piccoli corpi, ed erbe estranee”.

LEGGI ANCHE –> 99 prodotti richiamati | Sale l’allerta europea | Gravi rischi per la salute

Spiegati tutti i procedimenti di realizzazione

Le spiegazioni vanno avanti nel dettaglio. “Successivamente gli spinaci vengono distribuiti in modo omogeneo attraverso i cilindri rotanti. Poi cadono in un tunnel dove vengono investiti da una corrente d’aria ascendente in modo da flottare in aria ed essere spinti su un nastro trasportatore. Mentre i corpi estranei pesanti cadono in basso per essere scartati. Segue la fase di lavaggio in vasche specifiche nelle quali, attraverso la turbolenza dell’acqua, gli spinaci sono puliti dalla terra e da eventuali altri corpi estranei. Dopo il passaggio nel blancher per la scottatura, avviene l’ispezione degli spinaci da parte del personale di produzione, e sottoposti a controllo da parte di un metal detector per la rilevazione di eventuali corpi estranei metallici. Il semilavorato viene confezionato, identificato ed etichettato per la successiva conservazione in celle a -25°C ed il confezionamento come prodotto finito”.

E LEGGI ANCHE –> Vino Chianti in polvere | Scatta l’allerta europea | Tutte le info

L’azienda chiede di poter esaminare il corpo estraneo

Per assicurare un prodotto sulle tavole dei consumatori sano e sicuro ogni anno effettuiamo sugli spinaci oltre 10 mila controlli di processo. Sugli standard qualitativi e la sicurezza alimentare. E circa 3000 controlli analitici di laboratorio e ispettivi, organolettici e sulla conformità alle specifiche. Con riferimento alla sua segnalazione, la foto è stata visionata con i nostri esperti del reparto produttivo nonché dal personale del controllo qualità. Il frammento sembrerebbe essere di natura plastica”.

“Per poter approfondire ulteriormente il caso avremmo necessità di ricevere il corpo estraneo e avviare ulteriori indagini interne, in linea e in laboratorio. Dalla tracciabilità e dai controlli in nostro possesso sulle materie prime e sul prodotto finito non si evidenziano anomalie. Le verifiche ispettive e organolettiche riferite al giorno 12 giugno 2019 – giorno di produzione di quella confezione – non hanno evidenziato alcuna deviazione di processo sul prodotto finito. Ci teniamo inoltre a sottolineare che negli ultimi due anni non abbiamo ricevuto nessun reclamo per soft plastic negli spinaci Findus”.

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *