Salute, l’Escherichia Coli può favorire l’insorgere dell’infarto

Escherichia Coli
Escherichia Coli

Salute, l’Escherichia Coli può favorire l’insorgere dell’infarto

Escherichia Coli e infarto. Il batterio che può causare l’insorgenza dell’infarto e le possibili soluzioni di contrasto e vaccini.

Arriva dal Policlinico Umberto I di Roma uno studio guidato da Francesco Violi, Direttore della I Clinica Medica del Policlinico, che mette sotto i riflettori una possibile concausa dell’insorgere dell’infarto. Stiamo parlando del batterio dell’Escherichia Coli.

Questo studio è stato reso noto a seguito della pubblicazione sull’European Heart Journal ed è stato fatto su un campione di 150 persone. Questo studio ha una valenza notevole in quanto può indurre alla scoperta di vaccini per gli individui a rischio e può portare allo sviluppo di farmaci per l’infarto.

ti piacerebbe anche:La Zuppa di Lenticchie è ottima per prevenire colesterolo ed infarto

ti piacerebbe anche:Ipertensione, ecco i cibi da evitare per non correre rischi

ti piacerebbe anche:Dieta e frutti di mare: si possono mangiare? Ecco la risposta

ti piacerebbe anche:Insalata in busta: è più sicura di quella dell’orto. Parola degli esperti

Escherichia Coli e infarto: lo studio

Questo studio effettuato al Policlinico di Roma ha avuto una durata di ben 4 anni ed è stato fatto su un campione di 150 persone tra le quali 50 individui con un infarto in atto, mentre 50 con patologie cardiovascolari ma senza infarto e 50 individui sani.

Nella valutazione in merito alla presenza di Escherichia Coli, è stato rilevato che che il batterio era presente nel sangue dei pazienti giunti in ospedale con infarto acuto ma non vi era invece presenza dello stesso nei pazienti cardiopatici nè in quelli sani. Una scoperta importante riguarda una procedura a livello sperimentale ma che potrebbe fermare l’infarto. Infatti, stando alle ricerche effettuate, somministrando una specifica molecola che impedisce al batterio di legarsi a cellule immunitarie presenti nell’arteria dove si forma il trombo, si potrebbe fermare l’infarto. Resta tutto in fase sperimentale ancora, ma tale scoperta sia in termini di vaccino sia di terapia d’urgenza per contrastare il trombo, potrebbe essere un passo avanti decisivo nella medicina.

Per restare sempre aggiornato su news, ricette e tanto altro continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata a tutte le nostre VIDEO RICETTE puoi visitare il nostro canale Youtube.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *